"La Danza dei Fili" - "La Storia e il Percorso"

La Danza dei Fili”

(Spettacolo Teatrale)

 

Il percorso e la storia

Regista e Direttore Artistico: Alessandra Silvia De Simone

 

 

Dopo circa venticinque anni di esperienza nel settore Arte & Cultura Alessandra Silvia De Simone è oggi regista teatrale di uno spettacolo dal titolo: "La Danza dei Fili" che ha l'obiettivo di diffondere un messaggio di pace nel mondo, coinvolgendo le nuove generazioni e rivolgendosi all' ampio pubblico internazionale mediante varie arti. La Danza dei Fili infatti, è uno spettacolo danzato, mimato ma non recitato in lingue specifiche, se non raramente quelle parlate nelle varie sedi ospitanti. Alessandra Silvia De Simone proviene in realtà, da un mondo diverso rispetto quello del teatro che è il mondo della pittura; laureata in Conservazione dei Beni Culturali e specializzazione in restauro di Affreschi con Master in Marketing nel settore arte & cultura, ha poi maturato una lunga esperienza in ambito teatrale dal 2011, quando è entrata al British Museum di Londra e ha collaborato per i due teatri del museo: il BP e lo Stevenson.

Questo spettacolo è nato come progetto educativo che aveva lo scopo di avvicinare i ragazzi di vari paesi, al valore dell'arte ed in particolare a quello della pittura italiana e delle opere d'arte Italiane nel mondo.

 

Nel 2012 in una fase delicata e dolorosa del proprio percorso di vita, la regista scrive la prima sceneggiatura per La Danza dei Fili, spettacolo che intende unire Musica, Pittura, Danza, Canto, Scenografia, Coreografia, Teatro, Costume e Maschere, Video Arte e Teatro d'Ombre, in un unica performance.

La “vita”, la “morte” e l'“amore” in rapporto alla “società contemporanea internazionale” rappresentano i 4 elementi di base dell'intero spettacolo teatrale. Nasce così la prima sceneggiatura raccolta in un piccolo libro pubblicato nel Maggio 2015 dal titolo: “La Danza dei Fili” - in Fiaba Ed. M- quaderni . Nello stesso anno realizza per la prima volta lo spettacolo con il coinvolgimento di soli 3 partecipanti scelti da un’ Accademia di Danza della città della Spezia. (La Maison de la Danse Diretta da Emmanuelle Ricco).

 

 

Dopo meno di un anno lo stesso spettacolo viene realizzato al Teatro all'aperto di Portovenere la sera del 9 Agosto 2014 grazie ad una sponsorizzazione del Comune con 40 ballerini scelti ed oltre 800 spettatori.

Dopo nemmeno un anno lo spettacolo viene approvato dal CID Unesco di Parigi per i suoi contenuti ed i messaggi che incorpora (Pace, Solidarietà, Uguaglianza) ed invitato al Congresso Internazionale della Danza di San Pietroburgo. Nel 2015 viene realizzato con 85 danzatori, 5 ginnasti ed un coro, oltre ad una una cantante scelta presso il Teatro Civico della Spezia.

Un mese dopo gli attacchi terroristici del Bataclan (avvenuti nel Novembre 2015) Alessandra Silvia De Simone viene invitata al Palazzo dell'UNESCO di Parigi per presentare lo spettacolo davanti la commissione dell'UNESCO sia nella trama che nei contenuti. Ciò avviene il 21 Dicembre 2015.

Dal 2012 Alessandra Silvia De Simone diventa quindi membro del CID UNESCO. Pochi mesi dopo il progetto viene presentato a Vancouver in Canada mediante una video-conferenza, poi a Miami Fl, USA con la performance ancora in occasione di Congresso Internazionale del CID Unesco.

Il 28 Aprile del 2016 riceve un invito ed una consistente sponsorizzazione dal Governo Brasiliano e lo spettacolo viene realizzato a San Paolo, in Brasile (ved. Allegato - Clipping Brazil) con il coinvolgimento di due Accademie di Danza e 65 ballerini scelti, 4 ginnaste un coro locali

Sia la stampa che la TV brasiliana si è occupata ampliamente dello spettacolo. Questo evento viene realizzato presso uno dei teatri più ambiti della città di Campinas (San Paolo/Brasile) che è il Castro Mendes. In questa occasione Alessandra viene accompagnata a realizzare l'intera performance, dalla ex ballerina professionista Marcela Zia che ne cura i passi di danza. La coreografia di elementi ed azioni provengono invece da un approfondito studio fatto di disegni e bozzetti direttamente da Alessandra Silvia De Simone. La video-conferenza riguradante lo spettacolo che viene presentata in varie occasioni porta il Titolo: “ La Danza dei Fili: Dalla Tela al Palco”. Questa ultima viene diffusa anche presso l'Università di Arte Plastica di San Paolo in Brasile, a San Pietroburgo – Russia e negli USA.

A.S. De Simome si occupa oltre che che della Regia, di coreografie – elementi e azioni sul palco - scelte musicali, scenografia, sceneggiatura maschere fatte a mano e costumi. Lo spettacolo riempie il teatro della città di San Paolo. Il 28 Aprile ed il 30 Aprile 2016 lo spettacolo La Danza dei Fili viene realizzato in due teatri brasiliani attirando centinaia di persone e coinvolgendo decine di scuole., tra cui Accademie di Arte Brasiliana e Scuole d'arte poiché si avvale anche della collaborazione di pittori professionisti scelti che dipingeranno i corpi ed i volti dei 65 partecipanti seguendo lo schema e i bozzetti della regista.

Il 10 Luglio 2015 La Danza dei Fili apre la serata di gala della Coppa del Mondo della Danza a Montreal presso il Dance World Cup sponsorizzato dal Cirque du Soleil Presidente Mrs. Mona D’Amours. 

Si susseguono poi una serie di interviste che riguardano lo spettacolo e la storia dell'artista su RAI 3, Radio Versilia, TG3 – nel 2014 e 2015, TV Brasiliana Nazionale, varie TV locali di Campinas San Paolo in Brasile, a San Pietroburgo, in Russia, Canada e molti articoli su riviste sia locali che nazionali.

 

Prossimi appuntamenti:

 

Nal giorno 6 Maggio 2017 “La Danza dei Fili” sarà a Torino per una iniziativa di Fondazione Piemonte dal Vivo che ha offerto il Teatro CONCORDIA della Venaria Reale dove saremo con moltissimi ragazzi sul palco - alcuni dei quali provenienti da Spagna, Brasile, Romania, Italia, in collaborazione con il coro dei Piccoli Cantori di Torino, con la Eko Dance International Project.

La Produzione di questo spettacolo è Enjoy Latin Dance Studio di Grugliasco (TO).

La Danza dei Fili di Torino rappresenta anche l'occasione di una raccolta fondi per un premio speciale all'Associazione AACSD SPECIAL ANGELS di Presidente Virginia Di Carlo (Tre volte Campionessa di Danza per diversamente abili) , quindi per la prima volta ha inoltre uno scopo aggiuntivo che è quello umanitario. Virginia Di Carlo è infatti una ragazza che ha fatto della Danza la sua ragione di vita. L' elemento aggiuntivo di questa occasione vuole anche rappresentare un valido esempio per bambini e ragazzi che si trovano in condizioni di disagio fisico o psicologico.